25 commenti

News Cinema: il nuovo film di Woody Allen “A Roma con amore” uscirà il 20 aprile in Italia!

Per la recensione di To Rome with Love in anteprima clicca qui oppure qui, la recensione alternativa.

Una meravigliosa notizia da pochi minuti sta invadendo il web, ovvero che l’incubo di dover aspettare fino al prossimo Natale, come tradizione italiana, per vedere il nuovo film del mitico Woody Allen è finalmente finito!

Penelope Cruz interpreta nel film una prostituta che si ritrova a far finta di essere la fidanzatina di Alessandro Tiberi con i genitori di lui

Il 20 aprile uscirà nelle sale italiane, lo ha appena comunicato la casa di produzione Medusa Film, “A Roma con amore”, con un cast eccezionale: Jesse Eisenberg, Ellen Page, Alec Baldwin, Penélope Cruz, Judy Davis, Riccardo Scamarcio, Antonio Albanese, il tenore Fabio Armiliato, Ornella Muti, Flavio Parenti, Alessandro Tiberi e Alessandra Mastronardi. Star su tutte le star sarà Roberto Benigni, che farà il suo ritorno in pompa magna come protagonista di uno degli intrecci della complessa trama corale del film. Per non parlare poi del ritorno dall’altra parte dello schermo, in qualità di attore, di Woody Allen stesso.

Una locandina dei fans di Benigni creata da una foto di scena del film per "A Roma con amore", il cui titolo originale è invece "Nero Fiddled". Locandina e trailer ufficiali ancora non sono usciti.

Provo un grande affetto per questo film perché ho potuto seguire personalmente quasi tutte le complesse e meravigliose riprese questa estate, che, come si intuisce palesemente dall’ammiccante titolo italiano (il titolo originale è passato da “Bop Decameron” a “Nero Fiddled”), è stato girato interamente a Roma e dintorni. Quindi restate sintonizzati su Emerald Forest perché a breve ci sarà un articolo speciale con foto inedite, particolari e anticipazioni della trama che potrete sapere solamente qui. Una fonte abbastanza diretta, che ne dite?

La prima scena che ho visto girare, quella nel rione Monti con Ellen Page, Alec Baldwin e Jesse Eisenberg(The Social Network).

Per chi invece per il momento volesse rinvangare nella memoria la bellezza e la magia dell’ultimo film di Woody ambientato a Parigi, può farlo qui: Midnight in Paris è stata la recensione che ha inaugurato questo blog.

25 commenti su “News Cinema: il nuovo film di Woody Allen “A Roma con amore” uscirà il 20 aprile in Italia!

  1. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Allen, è più di un semplice mito:è il dio di noi occhialuti!Ci ha portato sugli schermi con gran parte delle manie,dei tic,della potente fantasia eccetera eccetera.
    Poi sinceramente a me nessun film di Allen mi ha deluso o mi son sentito offeso,ma sono sempre piccoli rifugi di straordinaria grazia umoristica.
    Alessandra Mastronardi non la conosco,perlomeno non mi viene in mente.comunque questo film unisce Allen a Roma,magnifica città ma ancora prima straordinario popolo che io amo:la loro lingua,altro che dialetto,il carattere meno tagliente del nostro -brianzalotto-insomma già mi piace codesto film

    • Sì, è stato in grado di portare sullo schermo con grande ironia e leggerezza le nevrosi più comuni, una cosa infilmabile o quasi, prima di lui, almeno non in questa maniera così dichiarata. Lui è l’antivip per eccellenza, ha uno sguardo dal vivo di una profondità e intelligenza incredibili. Mi piacerebbe aprire una retrospettiva su di lui prima o poi, accanto a quella su Scorsese, entrambi ovviamente nell’olimpo dei miei registi preferiti.

      • non vedo l’ora che esca!!ma davvero hai visto un pò di riprese?quanto ti invidioo..!:)allora non vedo l’ora di leggere il tuo articolo speciale :)) a presto!

      • In realtà le ho seguite quasi tutte, ho avuto difficoltà solamente per quelle come quelle con la Cruz e quelle con lui stesso che recita… Ma mi è riuscito di rosicchiare un po’ di tutte le varie trame… Appena è pronto l’articolo lo pubblico: non è facile raggranellare le esperienze di un’estate intera di set🙂
        A presto!

  3. Le analisi di questo blog sono puntualmente “sul pezzo”. E di certo mai mediocri! Al contrario della nuova umanità: difatti, defunto l’italiano “medio”, figura già alquanto discutibile, si è giunti, senza appello, all’italiano completamente “mediocre” ! La donna, dal canto suo, non pare certo messa meglio! Una zuccona volgare, senza dolcezza né femminilità autentica, il frutto acerbo di un processo di emancipazione troppo sommario….

  4. una buona notizia, quindi mancano meno di due mesi! A breve riprenderò a postare piccole recensioni su alcuni vecchi film del mito woody…

    • Anche io avrei voluto, però è molto tempo che non vedo qualcosa di suo… Al massimo recensirei la Rosa Purpurea del Cairo che lo sento più mio di tutti in un certo senso. Ce lo fece vedere al liceo il prof di chimica che in realtà era appassionato soprattutto di cinema: e infatti in chimica sono una zappa😀

  5. Non vedo l’ora, non vedo l’ora, non vedo l’ora, non vedo l’ora, non vedo l’ora!

    P.s. Ho già detto che non vedo l’ora?😉

  6. 20 aprile??!! Grande!! Leggo solo ora, che bello! Ma soprattutto che “invidia” (buona) per te che hai assistito alle riprese… resterò sintonizzata per il resoconto😉
    Comunque ieri ho guardato “Il grande freddo” e non riuscivo a immergermi bene nel film perché mi si sovrapponeva al Bogart del film il Bogart di “Play it again, Sam” e non riuscivo più a prenderlo sul serio (tipico caso in cui il parodiato risulta per finire davvero una parodia di se stesso!)🙂

    • E’ stata dura a volte seguirle, con il caldo che faceva, però ne è valsa davvero la pena!
      Intendevi il Grande sonno, vero? Spassosa come scena la tua che ti immagini il Bogart dipinto da Woody…😀 Comunque anche io non ho avuto una completa immedesimazione perché era davvero un bel po’ clichetico lui, i suoi modi e la maniera in cui le donne gli cadevano ai piedi, soprattutto quella della libreria è scandalosa… ma dai, possono succedere solo nei film queste cose, oppure se sei così famoso che sei Humphrey Bogart😀

      • Sì ovviamente intendevo il grande sonno, ho avuto un lapsus! Comunque sì, tutte quelle donne che gli cadevano ai piedi (come anche la taxista), coi nostri canoni mi sembravano proprio un po’ esagerate😉

      • Sì, è vero, è soprattutto per i nostri canoni che non è possibile, non che in sé in altre parti del mondo possa succedere che due persone si piacciono a vicenda e che se lo mostrino immediatamente. E’ che mi faceva ridere la maniera, i modi di lui, che sembravano proprio la realizzazione di un sogno maschile nei risultati sconvolgenti che avevano…🙂
        Tranquilla per il lapsus, anche io lo faccio sempre

  7. E’ una notizia così bella che sembra falsa: Benigni, Woody Allen come attore, il film in uscita ad Aprile… Ma beata te per essere stata sul set.🙂
    Comunque volevo commentare per dirti che quello spaventapasseri verde sulla destra è strepitoso.

    • Ahahah. Lo spaventapasseri l’ho trovato su un sito spagnolo, dove era il più bello tra tutti gli acchiappa-commenti. Gli ho dato anche una storia: si chiama Drago ed è un piccolo drago che siccome non riesce a sputare fuoco, come tutti gli altri, allora si è dato alla bulimia di commenti… Comunque nemmeno io ci credevo quando sono sbarcati in città: sembrava un film!🙂

  8. attendo con ansia le tue foto scattate direttamente sul set! non so perchè però, l’uscita di questo film mi spaventa un pò: ho come il sentore che potrebbe non essere all’altezza di Allen, come molti sei suoi ultimi film (che a me personalmente non sono piaciuti tantissimo)…speriamo bene!

    • Credo che siano paura infondate perché Roma lo ispira tantissimo a differenza di Londra. Lui fa così: in base a dove gli offrono di lavorare (quindi ultimamente raramente l’america) va a fare il film ma non è detto che tutti i posti lo ispirino alla stessa maniera. Nero fiddled (A Roma con amore) recupererà la sua antica comicità brillante che aveva un po’ messo da parte nei suoi film londinesi

  9. Il titolo italiano fa cagare! Beh sono proprio curioso di vedere cosa gli abbia ispirato la nostra meravigliosa capitale! E poi sono curiosissimo di vedere Ellen Page e Jesse Eisenberg!

  10. Non mi piace la traduzione del titolo, potevano lasciarla originale. Perché noi italiani abbiamo questa bruttissima abitudine?

    • Purtroppo è una maniera per rendere più appetibile il film a più fasce di pubblico possibile, soprattutto giovanile che è quello che conta alla fine al botteghino (i minorenni che fanno fare milioni di euro a Moccia e Soliti idioti in poche parole…). Anche se in realtà parlerà più di coppie che scoppiano e di altre cose invece che di un “mocciano” amore romano😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: