26 commenti

Skyfall, recensione dello 007 che aspettavamo da tempo

Interpreti principali: Daniel Craig, Judi Dench, Ralph Fiennes, Javier Bardem

Regia: Sam Mendes

Uscita: 31 ottobre

E’ finalmente arrivato nei cinema italiani “Skyfall”, l’ultimo episodio della grande saga di 007, stavolta diretto dall’abile regista premio Oscar Sam Mendes (American Beauty, Revolutionary Road).

“Skyfall” vanta un cast eccezionale, di cui fanno parte anche Ralph Fiennes e Javier Bardem, quest’ultimo di una bravura impressionante nel ruolo del carismatico e inquietante villain “Silva”.

Da una parte, “Skyfall” è un film a sé, spettacolare e completo, che sarà senza ombra di dubbio goduto e apprezzato anche da chi non è esperto della serie di Bond; dall’altra parte, per i più fan, è anche una gradevolissima riserva, mai esagerata, di ammiccamenti e citazioni, a cominciare dai titoli stilizzati (su azzeccata canzone retrò di Adele) ai dialoghi (costellati dalle mitiche e ironiche battute alla Roger Moore), alle strabilianti ambientazioni e scenografie (alla Ken Adam) e grandiose scene d’inseguimento e di scontro, per non parlare della magnifica fotografia di Roger Deakins, semplicemente splendida (una su tutte, la scena conclusiva).

Un altro indubbio pregio del film è quello di distaccarsi dall’eccessivo ammiccante e crudo realismo di Casino Royal (dopo tutto Bond è la stilizzazione di una spia!) e al tempo stesso di disegnare molto bene i personaggi, suggerendone caratteristiche e psicologie che ci aiutano a capire molte cose sulla stessa saga e sulla figura dell’eroe, in particolare grazie al ritorno in patria e al triangolo “amor-boso” Bond-M-Silva.

In parole povere, “Skyfall” è davvero un bel film, ben recitato, ben diretto, ben scritto, a cui sarà davvero difficile muovere critiche. Motivo conduttore è l’inevitabile decadenza che comporta il passare del tempo, la quale va colpendo tutto e tutti, ribaltando relazioni, ruoli, istituzioni e… anche icone cinematografiche!

26 commenti su “Skyfall, recensione dello 007 che aspettavamo da tempo

  1. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Una puntualizzazione doverosa: di dovrebbe scrivere “Lo 007 “.
    Saluti

  3. Lo vado a vedere oggi🙂 Stasera commento!

  4. Ed eccomi qua (anche se non mi ha chiamato nessuno!). Anche se non sono un bondologo, il film è gradevole, anche se a mio avviso un po’ pienotto di scene già viste (spoiler: la uccide la uccide la uccide – sguardo allucinato – Bond l’ha ucciso) e una sorta di preparazione della casa in stile Mamma ho perso l’aereo. Però Bardem molto biondo e molto gaio vale il biglietto🙂

  5. In sintesi un mamma ho perso l’aereo fatto da sessantenni🙂

    • Ah ah! Guarda, credo che quella parte che dici sia una citazione (Mendes é molto cinefilo) di un film con Dustin Hoffman chiamato Cane di paglia (un bel po‘ precedente a Mamma ho perso l‘aereo…), se ti può interessare! É la classica strategia del debole che si difende contro il forte… Grandissimo Bardem, concordo in pieno.

      • Anche Bardem nella gabbia di vetro che scappa uccidendo tutti mi ha fatto pensare ad Hannibal, al Joker e – visivamente ancora di più – a Loki in The Avengers. Non so, a me piace pensare alle citazioni come qualcosa di complementare, però non mi piace vederle nei momenti chiave del film, altrimenti l’azione viene portata avanti attraverso sequenze già viste e riviste🙂

      • Allora mi sa che non è decisamente il tuo genere perché “Skyfall” contiene una marea di citazioni!😄 E’ un film che riflette su stesso e sui meccanismi di tutta una serie: non pretende di innovare, ma semplicemente di esagerare e di stilizzare un genere di cui ha fatto la storia, ma che ovviamente è cambiato con il tempo e quindi in parte vi si adegua. Che dire di Nolan? Che è un gran furbone perché anche lui cita tantissimo (dalla stessa saga di 007!vedi la sequenza iniziale di DNR) però la gente tende a prenderlo per originale semplicemente perché non conosce i riferimenti. Credo che Silva sia perfettamente un cattivo nello stile dei vecchi cattivi di Bond, megalomane e perverso. E tranquillo che Nolan i Bond li sa tutti a memoria😄 e non solo quelli. Se ti guardi “Ispettore Callaghan, il caso scorpio è tuo”, troverai impressionanti somiglianze con Joker, ad esempio, però nessuno mette in dubbio l’originalità di Nolan, per quel motivo che ho detto… Sono in ogni caso tutti cattivi molto “simbolici”, fratellastri, alterego dell’eroe morale e Mendes lo afferma espressamente perché Bond e Silva tendono proprio a contendersi M come due fratelli farebbero con una madre.

      • A minuto 1:31 del trailer di “Licence to kill” (Vendetta privata) si intravede la scena iniziale di Dark Knight rises, identica in modo imbarazzante, altro che citazione: nel film intero si vede pure che l’aereo di sotto viene agganciato e finisce per rimanere appesso per la coda, in verticale… E’ bello e comodo per Nolan copiare da uno degli 007 meno visti e poi prendersi tutti i meriti! E ce ne sarebbero molti altri di esempi da fare…

        Ecco il trailer menzionato sopra: http://www.youtube.com/watch?v=QZxWKpJGajE

        Ehm ehm… mi sa che i termini di “copiamento” di cui si parla in giro (ovvero che sia la saga di 007 a copiare Nolan) debbano essere leggermente ribaltati!😄

  6. “Qual è il suo hobby, Mr. Bond?”. “La resurrezione”. Sono passati cinquant’anni da quando Licenza di uccidere diede il via alla saga cinematografica di James Bond. Mezzo secolo che ha visto sei attori nei panni dell’agente segreto di Ian Fleming e la bellezza di ventitré film. Skyfall , terzo episodio con Daniel Craig nel ruolo di 007, arriva giusto in tempo per stappare lo champagne. Il film di Sam Mendes è cosparso di citazioni e omaggi – le origini scozzesi di Bond che accennano al grande Sean Connery , come volle lo stesso Fleming, la Aston Martin con i gadget – ma prima di tutto è un ottimo film in sé.

    • Tantissime citazioni e omaggi espressamente diretti a Connery, hai pienamente ragione, soprattutto a “You live only twice”, Si vive solo due volte: la “morte” e la resurrezione, la forte presenza dell’oriente, poi si potrebbe continuare ancora con i nuovi uffici del Mi6 ispirati ai sotterranei di Istanbul (From Russia with Love). Per non parlare del finale che riporta – SPOILER SPOILER – “indietro al classico” il tutto con l’ufficio di M che si è sempre visto e con un M uomo come è sempre stato, al quale Bond sembra, per il momento, obbedire con maggiore “piacere”.

      FINE SPOILER

      Grazie mille per il commento, sintetizza tutto ciò che penso anche io di Skyfall!

  7. Andrò a vederlo con ogni probabilità in questo fine settimana. Nel frattempo, ottima recensione, sono sicura che Skyfall non deluderà neanche me: Daniel Craig come James Bond m’è sempre piaciuto, molto bello Casino Royale, un po’ meno Quantum of Solace ma sempre abbastanza buono, quindi non ho proprio motivi di pensare diversamente per Skyfall.

    • Infatti fai bene a non dubitare! Tra l’altro con Mendes che non ne ha mai sbagliata una finora e con la bravura mostruosa di Bardem, non poteva essere diversamente!

      A me Casino Royal non mi ha mai detto molto perché tutte le questioni del “Bond sentimentale” le aveva già esplorate negli anni ’80 Timothy Dalton… quindi non l’ho trovato affatto innovativo, anzi un po’ noioso e con un villain abbastanza discutibile… Quantum secondo me era già un po’ meglio e vicino allo spirito della serie… Questo però li supera decisamente entrambi e credo che me lo confermerai🙂

      In ogni caso, ci riaggiorniamo presto!

  8. Che bello, sei tornata! *_*
    Già da fine ottobre, in verità… scusa se sono passata tardi, ma ho ricominciato a scrivere solo ieri.
    Sono felice di leggere le tue recensioni!
    Mi hanno detto tutti che il nuovo 007 è molto bello. Prima o poi lo vedrò, ma prima andrò a vedere Argo: qui il cinema è costosissimo e devo per forza scegliere.😦
    A presto!

    • Anche qui il cinema é diventato un furto… 8,50 se non riesci a estorcere con un khalashnikov qualche sconto
      … Tra un po‘ dovrò scegliere se mangiare o andare al cinema😀

      • Caspita, è cresciuto anche in Italia! -_-
        Qui costa 1.800 Yen (per i film normali), o oltre 2.000 (per i film in 3D): ad oggi sarebbero 17 e 19 Euro. Che tristezza… dovevo andarmene negli USA, mi sa!😦

  9. Hai perfettamente ragione, è un film perfetto. Mi è piaciuto davvero molto, meglio di così non avrebbero potuto realizzarlo. Niente da aggiungere, niente da criticare. Stupendo.🙂

  10. Bel pezzo!
    Sam Mendes resetta 50 anni di storia cinematografica dell’agente segreto più famoso al mondo e dà il via ad un nuovo corso. Daniel Craig ci piace perchè è un Bond con dei limiti che sono la sua marcia in più, il discriminante da un terminatoriano Jason Bourne. Ne parlo anche qui: http://goo.gl/gspFy😀

    • Grazie mille, Onesto e Spietato!
      Sam Mendes è riuscito a fare un film che più perfetto di così non si può davvero immaginare: quando un regista ha contemporaneamente stile, gusto e cultura non può che dar vita a questo Bond Capolavoro…
      Leggerò al più presto e con piacere il tuo articolo: mi serve solamente il tempo di riaggiornare un po’ questo povero latente blog.😄

  11. Skyfall è godibile, ben fatto, straordinario! Hai commentato molto bene il film, ricordandoti (e come dimenticarselo?!?) di un Javier Bardem a metà tra l’Anton Chirurh che interpretava con i Coen e il Joker di Ledger! Se ti posso proporre la mia recensione, in attesa di una tua valutazione questo è l’indirizzo: http://thecinemacompany.wordpress.com/recensioni-2/recensioni/skyfall-2012/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: